Guglielmo PramottonNato a Donnas, Bassa Valle d’Aosta, vive e lavora nella frazione di Clapey. Animato dalla vocazione artistica che lo spinge a frequentare la scuola di scultura e ad approfondire lo studio del disegno sotto i maestri Giacomo Soffiantino e Cristiano Nicoletta, debutta alla Fiera di Sant’Orso di Aosta nel 1974.

Pramotton trova ispirazione per le sue opere in legno tra bassorilievi e tuttotondo dal posto dove è nato e cresciuto, in un territorio difficile ma anche di straordinaria bellezza, illustrando il lavoro contadino, i santi e i monaci della devozione popolare che accolgono la memoria del passato riconsegnandola a un presente che ha bisogno di riscoprire le proprie radici più autentiche.

Nel 1980 al 1987 a Parigi ha l’occasione per nuove importanti esperienze nel campo del restauro, dell’ebanisteria e della scultura moderna, ma non abbandonerà l’artigianato di tradizione, che continuerà a coltivare con il consenso della critica e del pubblico.

Dal 1980 al 1985 e dal 1987 al 1991 consegue il primo premio nelle Fiere di Sant’Orso di Aosta e di Donnas, inoltre consegue il premio speciale per la scultura e l’intaglio alla Fiera di Courmayeur del 1986 e un riconoscimento alla Mostra dell’Artigianato di Firenze negli anni 1985-’86. L’Amministrazione regionale gli ha dedicato due mostre personali ad Aosta, una nel 1999 nella Torre del Lebbroso e la seconda nel 2014 nella chiesa di St. Lorenzo. Tutt’oggi si dedica con grande passione alla sua arte.

CONTATTI:
Tel 0125 80 79 11
Cell. +39 327 447 7143
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Guglielmo Pramotton

Guglielmo Pramotton

opera di Guglielmo Pramotton

Pin It